Sito della Camera di commercio di Rieti - https://www.ri.camcom.it/

A BRUXELLES I PRIMI PASSI DELLA FEDERAZIONE EUROPEA DEI TRIBUTARISTI - Sottoscritta la dichiarazione di intenti da ANCOT, ANCIT E LAIT

09 December 2014

Stampa

BRUXELLES – Le Camere di Commercio di Rieti e di Ascoli Piceno hanno partecipato alla sottoscrizione della dichiarazione di  Intenti per la costituzione di una Federazione delle Associazioni dei Consulenti Tributari. La cerimonia si è svolta nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles ed ha visto la partecipazione del presidente della Camera di Commercio di Rieti Vincenzo Regnini, del consigliere nazionale A.N.C.O.T. Luciano Giorgetti, e del segretario nazionale A.N.C.O.T. Saturno Sampalmieri.

L'intesa è stata firmata dai presidenti dell'A.N.CO.T. Associazione Nazionale Consulenti Tributari, Arvedo Marinelli, ANCIT, Luigi Pessina, e dal vice presidente della  LAIT, Fausto Marra. La decisione di arrivare alla costituzione di una Federazione Europea delle Associazione dei Consulenti Tributari è perfettamente coerente con il disposto contenuto nella Direttiva Europea delle qualifiche professionali che i vari stati membri dell' Unione dovranno recepire a breve.

La decisione trae spunto dal fatto che in Italia operano diversi organismi di rappresentanza delle professioni che operano nel campo giuridico, economico, tributario e fiscale, ed in quest’ottica, è necessario dare vita ad una federazione che raccolga le associazioni professionali di categoria. Inoltre il nuovo organismo comunitario avrebbe l'opportunità di sviluppare un’azione congiunta nei confronti delle istituzioni pubbliche e private, nazionali ed europee, che a vario titolo influenzeranno il futuro dell’attività professionale.

Gli obiettivi del nuovo organismo sono quelli di: promuovere il profilo professionale del tributarista; realizzare le aspirazioni della categoria ad un ordinamento sociale più giusto, che lo renda partecipe delle scelte di politica economica e sociale; risolvere, attraverso un costante rapporto con gli organi legislativi e di governo, i principali problemi che interessano il tributarista quali, a titolo esemplificativo la realizzazione di una giusta ed equa previdenza per la categoria e  la rappresentanza e l’assistenza del cliente/consumatore innanzi all’Amministrazione Finanziaria ed agli organi della Giustizia Tributaria; partecipare alle trattative e alle stipule degli accordi con gli organi dello Stato di particolare interesse per la categoria come l’Agenzia delle Entrate, l’Inps, ovvero le Camere di Commercio; aderire e/o federarsi con associazioni di categoria europee con le quali vi sia affinità di scopi o di intenti.

Nel documento sottoscritto emerge che il  nuovo organismo sarà aperto a tutte le unioni di classe analoga che ne condivideranno gli auspici, gli intenti e le finalità. La sottoscrizione della Dichiarazione di Intenti sarà propedeutica alla costituzione della Federazione delle Associazioni dei Consulenti Tributari che avverrà entro il 30 giugno 2015. .

Il presidente della Camera di Commercio di Ascoli Gino Sabatini ha detto: .