.:: Sito della Camera di commercio di Rieti ::.


Home > Archivio News > News 2008 > Mister Pressi a Rieti: La CCIAA lancia il primo progetto anti-rincari ore liete
Mister Pressi a Rieti: La CCIAA lancia il primo progetto anti-rincari ore liete

Partita ufficialmente oggi a Rieti con la presenza di Mister Prezzi ed il lancio del primo progetto anti-rincari provinciale denominato "Ore liete" l'attività del nuovo Ufficio Prezzi della Camera di Commercio di Rieti che oltre alle tradizionali funzioni di rilevazione dei prezzi all'ingrosso, avrà da lunedì, con l'attivazione del numero verde 800-955959, anche quella di punto di raccolta delle segnalazioni dei cittadini sull'andamento dei prezzi. Una funzione importante, ha sottolineato il presidente della Camera di Commercio di Rieti, Vincenzo Regnini, "che da un lato farà dell'ente camerale uno strumento di raccolta dati a servizio del Garante, dall'altro rappresenta una risposta anche alle istanze sindacali sulla tutela del potere d'acquisto manifestate il 15 febbraio durante lo sciopero generale". E mentre la Camera di Commercio reatina, come annunciato da Regnini, si sta attivando per riunire un tavolo tecnico che "a proposito degli spesso contestati dati economici e occupazionali compia su rilevazioni statistiche certe un'analisi condivisa con gli attori del territorio", il presidente ha delineato il nuovo ruolo dell'ente "non solo nel segnalare anomalie ma soprattutto nel diffondere buone pratiche utili a calmierare i prezzi".

Prima di passare la parola a Lirosi, il consigliere regionale Mario Perilli, come rappresentante dell'ente coordinatore del "Distretto della montagna reatina", ha consegnato a Don Benedetto Falcetti, responsabile della Caritas diocesana, la somma di 1995 euro raccolta durante la festa della Transumanza. "Un'iniziativa compiuta – ha detto Regnini – anche per moralizzare il rapporto della gente con il cibo". Molto atteso l'intervento di Lirosi, che ricordando il forte legame con il territorio che lo ha ospitato recentemente nelle vesti di commissario straordinario dell'ente camerale reatino, ha detto che "a Rieti ci sono le condizioni per mettere in campo progetti costruttivi visto il buon rapporto tra istituzioni e associazioni, penso ad esempio alla possibilità di promuovere presso i commercianti la possibilità di fare promozioni e sconti ai consumatori in particolari fasce orarie".

Una proposta subito raccolta da Regnini che ha lanciato l'idea del progetto "Ore liete" che porterà alla messa in vendita di prodotti tipici locali in alcune fasce orarie o in alcuni giorni a un prezzo conveniente e bloccato per un periodo di tempo, favorendo campagne promozionali sul territorio presso gli operatori del settore commercio". Lirosi ha ribadito la necessità di non lanciare allarmismi sui prezzi "che innescano spirali inflazionistiche che non fanno bene a nessuno, spiegando che "la Camera di commercio di Rieti sul territorio può essere animatrice di processi virtuosi e per fare questo non c'è bisogno di strumenti normativi che già ci sono", mentre, rivolgendosi all'assessore alle Attività produttive del Comune di Rieti, Antonio Perelli, Mister Prezzi ha auspicato "che il Comune di Rieti faccia uno sforzo per rientrare, dopo essere uscita per problemi organizzativi, tra i territori oggetto delle rilevazioni dei prezzi Istat in modo da poter monitorare i prezzi al consumo". Perelli, dal canto suo, ha manifestato la volontà del Comune di Rieti di contribuire alla rilevazione dei prezzi in collaborazione con la Camera di Commercio pur riconoscendo il ridotto campo di azione del Garante in quanto privo di potere sanzionatorio, mentre l'assessore provinciale Luigi Taddei si è detto disponibile alla partecipazione a tavoli tecnici per verificare l'andamento dei prezzi in provincia ed affrontare eventuali anomalie.

Il presidente di Ascom-Confcommercio provinciale, Antonello Castellani, ha auspicato un intervento di Mister Prezzi lungo tutta la filiera produttiva, "compiendo un'operazione verità e non innescando una caccia alle streghe", non concentrandosi sulla sola fase distributiva e facendo molta attenzione alle tariffe dei servizi, "che hanno contribuito sensibilmente all'aumento dell'inflazione". Infine, diverse idee applicabili anche sul territorio reatino sono arrivate dal presidente nazionale di Adiconsum, Paolo Landi, che ha lanciato la proposta di realizzare "rilevazioni comparative, anche posizionando punti informativi in città su un pacchetto di beni per informare i consumatori sui diversi prezzi applicati dai negozianti in merito ai medesimi prodotti". Landi ha detto infine che "anche se Mister Prezzi non ha potere sanzionatorio è importante sapere che c'è qualcuno che controlla perché questo è un deterrente per gli speculatori. Ci deve però essere un collegamento tra l'accertamento dei prezzi e l'aspetto fiscale".

L'Ufficio Stampa

 

Data di pubblicazione: 22/02/2008 15:29
Data di aggiornamento: 22/06/2012 15:31

News 2008 contiene: