.:: Sito della Camera di commercio di Rieti ::.


Home > Archivio News > News 2008 > Da Rieti a Grenoble, gli studenti universitari puntano su cultura imprenditoriale e innovatività
Da Rieti a Grenoble, gli studenti universitari puntano su cultura imprenditoriale e innovatività

Da Rieti a Grenoble per parlare di cultura imprenditoriale ed innovatività degli studenti universitari. E’ quanto in programma oggi e domani a Grenoble, dove prenderà vita il laboratorio internazionale di sociologia “Les cultures étudiantes” nell’ambito del quale verrà presentata anche un’indagine realizzata dalla giovane collaboratrice della Camera di Commercio di Rieti, Francesca Martini, in collaborazione con Mario G.R. Pagliacci, Francesca Proietti e Valeria Ferretti dell’Università degli Studi di Perugia. Al centro degli studi del gruppo di lavoro quella società della conoscenza preconizzata da Delors nel Libro Bianco su crescita, competitività e occupazione che sta permeando tutti gli strati della popolazione ed ogni manifestazione della vita privata e professionale delle persone, così come i vari contesti economici e sociali.

Secondo quanto emerso dalla studio, le opportunità offerte dalla società della conoscenza dovranno essere colte soprattutto dai giovani, fin dal momento della loro formazione, al fine di favorire e valorizzare il loro ingresso nel mondo del lavoro. Una delle manifestazioni del profondo cambiamento nella cultura giovanile, è la percezione che hanno gli studenti universitari dell’imprenditoria, quale possibile sbocco professionale, capace di esaltare le caratteristiche individuali di coloro che sanno meglio interpretare il binomio rischio/opportunità. Sotto questo profilo saranno in particolare presentati alcuni risultati di una ricerca già conclusa che mette a confronto le opinioni di studenti italiani, francesi, rumeni.

Ma la società della conoscenza non può accontentarsi di giovani intraprendenti e disposti al rischio d’impresa; è necessario che essi dimostrino anche attitudini creative ed innovative da investire in professioni (“imprenditoriali” o “imprenditive”) sempre più caratterizzate dalla presenza di attività knowledge-based. In tal senso verranno presentati alcuni risultati parziali di una ricerca ancora in corso su studenti italiani di economia.

Sia per quanto concerne la cultura imprenditoriale sia per la valorizzazione delle caratteristiche creative ed innovative, queste le conclusioni dello studio, è importante esaminare il ruolo svolto dall’università, che non dovrebbe limitarsi alla “formazione disciplinare” (trasferimento di conoscenze), ma allargarsi alla “formazione comportamentale” (modo di interagire con il mondo che cambia). Le due ricerche che verranno presentate a Grenoble indagano l’opinione degli studenti, i quali dimostrano elevate aspettative sulla formazione universitaria, pur evidenziando profonde carenze soprattutto nel rapporto con il mondo del lavoro.

“A questo proposito – ha commentato il presidente della Camera di Commercio di Rieti, Vincenzo Regnini – l’ente camerale reatino è da anni impegnato a favore dello sviluppo dell’università reatina con particolare attenzione al rapporto tra gli studenti ed il mondo del lavoro”.

L’Ufficio Stampa

 

Data di pubblicazione: 23/10/2008 11:40
Data di aggiornamento: 22/06/2012 11:41

News 2008 contiene: