.:: Sito della Camera di commercio di Rieti ::.


Home > Archivio News > News 2009 > Regnini, "La Conciliazione aumenta la competitività delle imprese"
Regnini, "La Conciliazione aumenta la competitività delle imprese"

Boom di conciliazioni gestite dalle Camere di Commercio

“La conciliazione rappresenta uno strumento importante per aumentare la competitività delle imprese in quanto rappresenta uno strumento non solo rapido ma soprattutto economico per gestire le controversie”.
Lo ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio di Rieti, Vincenzo Regnini, in merito ai dati diffusi da Unioncamere sulla crescita delle conciliazioni gestite dalle Camere di commercio nel 2008. Conciliazioni che sono passate dalle 14.051 del 2007 sono alle 20.246 nel 2008, con un incremento del 45%. A dare un contributo essenziale alla diffusione di questa forma extragiudiziale di composizione delle controversie, il settore delle telecomunicazioni e il Mezzogiorno, le cui 15mila conciliazioni rappresentano oltre il 70% del totale (nel 2007 erano il 65,5%).

“Il gravame di cause nel sistema giudiziario anche nella nostra provincia – ha aggiunto - impone un’ulteriore diffusione delle modalità alternative ed extragiudiziali. Il Governo e il Parlamento hanno dimostrato una importante sensibilità in questa direzione con la riforma della giustizia approvata lo scorso 26 maggio e contenente una delega al Governo in materia di mediazione civile e commerciale. Questo è lo spirito con cui il sistema camerale ha deciso già da anni di investire in modo significativo sulla conciliazione, creando una rete capillare di Sportelli cui questa Camera di Commercio ha dato adesione tra le prime riuscendo quest’anno ad ottenere l’iscrizione dal Ministero della Giustizia nel registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione societaria. Quindi, lo Sportello di Conciliazione di Rieti, oltre alle controversie tra consumatori ed imprese, può finalmente gestire anche quelle che nascono all’interno delle società”.

“Un servizio importante per il mondo economico locale, oltre che per i cittadini, - ha concluso - che può anche contare su un buon numero di professionisti conciliatori che abbiamo formato di recente attraverso un apposito corso curato dall’Isdaci, l’Istituto scientifico per l’Arbitrato e il Diritto commerciale, ente estremamente qualificato in materia”.

L’Ufficio Stampa

 

Data di pubblicazione: 03/07/2009 16:17
Data di aggiornamento: 21/06/2012 16:18