.:: Sito della Camera di commercio di Rieti ::.


Home > Archivio News > News 2011 > Opportunità di business in Egitto, Libia E Marocco: parte la fase due
Opportunità di business in Egitto, Libia E Marocco: parte la fase due

Al via la “fase due” del progetto “Italian Foodtech” promosso sul territorio provinciale dalla Camera di Commercio di Rieti attraverso la sua Azienda Speciale “Centro Italia Rieti” che mira a promuovere il processo di internazionalizzazione delle Pmi italiane del settore delle tecnologie alimentari ed a favorire lo sviluppo di relazioni economiche tra l’Italia ed i paesi dell’area Med, nello specifico, Marocco, Egitto e Libia, finalizzato a mettere in contatto le imprese italiane con operatori commerciali dei tre Paesi.

Un progetto che ieri ha visto diversi imprenditori della provincia approfondire le potenzialità offerte dai sistemi economici del nord Africa nell’ambito del seminario dal titolo “Le opportunità di business nel settore delle tecnologie agroalimentari nei paesi dell’area Med: Egitto, Libia e Marocco” introdotto dal vicepresidente dell’Ente Camerale reatino, Giuliano Pizzocchia, e tenuto dall’Avvocato Antonio De Capoa dello Studio legale de Capoa e Associati, uno dei più importanti studi legali specializzati in diritto commerciale nazionale ed internazionale.

Il Progetto “Italian Foodtech”, finanziato da Unioncamere nel Fondo di Perequazione 2007-2008 - progetto Med in Italy, entra ora nella fase due, che prevede l’organizzazione di un incoming a Firenze nel mese di aprile 2011, al fine di generare occasioni d’affari fra imprese italiane del settore con operatori commerciali (buyer, importatori, distributori) dell’area Med. L’obiettivo è quello di promuovere la crescita dei flussi di scambio commerciale e produttivo tra Pmi italiane e operatori del settore alimentare di Marocco, Egitto e Libia, facilitare il reperimento di partner commerciali dell’Area Med per le imprese italiane, incoraggiare le piccole e medie imprese italiane ad approcciare a mercati internazionali, quali quelli dei tre paesi analizzati, interessanti per contiguità territoriale e per differente sviluppo del settore alimentare.

“L’internazionalizzazione delle imprese è una delle leve su cui possono puntare le imprese della provincia di Rieti per agganciarsi ai timidi segnali di ripresa che stiamo osservando e che sta orientando in maniera decisa la politica dell’Ente anche grazie al ruolo del nostro presidente Vincenzo Regnini in qualità di vicepresidente di Unioncamere Lazio con delega all’internazionalizzazione. - ha dichiarato il vicepresidente della CCIAA di Rieti, Giuliano Pizzocchia. - Riteniamo che questo progetto, viste le potenzialità economiche dei Paesi africani ed in particolare dell’area mediterranea, possa rappresentare un’iniziativa importante per le imprese della provincia di Rieti, non solo per quelle che operano nel settore agroalimentare, ma in generale per tutte le Pmi, tra cui quelle dei settori edilizio e tipografico”. “Quindi – ha aggiunto - invitiamo anche agli imprenditori degli altri settori economici potenzialmente interessati ad entrare in questi Paesi a contattare l’Azienda speciale della Camera di Commercio per verificare la possibilità di un coinvolgimento anche nelle fasi successive del progetto”.

Info: Azienda Speciale Centro Italia Rieti, tel. 0746/201364-5.

 

Data di pubblicazione: 27/01/2011 12:26
Data di aggiornamento: 15/06/2012 12:30