.:: Sito della Camera di commercio di Rieti ::.


Home > Comunicazione > News > Turismo, 21 operatori reatini al Buy Lazio
Turismo, 21 operatori reatini al Buy Lazio

Sono 21 gli operatori turistici reatini presenti alla ventesima edizione del Workshop Turistico Internazionale Buy Lazio che ha preso il via oggi nella suggestiva cornice del Centro Congressi Villa Mondragone, nel Comune di Monte Porzio Catone, in provincia di Roma, per il concludersi il prossimo 17 settembre.

Si tratta di Federalberghi Rieti, La Tacita Eventi e Giardino di Roccantica, l’Agriturismo Sant’Erasmo di Castel Sant’Angelo, l’Agriturismo Tenuta due Laghi di Rivodutri, l’Agriturismo La Contra Country Club di Santa Rufina di Cittaducale, la Locanda Colle Cerqueto di Petrella Salto, l’Hotel Europa di Rieti, l’Hotel Togo Palace di Rieti, l’Hotel Piccola Baita del Monte Terminillo, l’Hotel Cavour di Rieti, il Ristorante Campagna Sabina di Rieti, il B&B La terrazza Fiorita di Rieti, il Ristorante Cintia di Rieti, il Ristorante GM Servizi di Rieti, il Ristorante Quelli del Il Carro Al Coccio di Rieti, il Ristorante Edelweiss di Leonessa, il Tour Operator ASM di Rieti, il Tour Operator Il Mestiere di Viaggiare di Rieti, il Tour Operator Rieti da scoprire di Rieti, il Comune di Rocca Sinibalda ed il Progetto Matre Terra della Comunità Montana 5^ Zona di Rieti.

Il Buy Lazio di quest’anno - durante il quale verranno presentati alcuni pacchetti di turismo accessibile realizzati nell’ambito del Progetto europeo Saber di cui l’Azienda Speciale camerale Centro Italia Rieti è partner - è organizzato dall’Unione Regionale delle Camere di Commercio del Lazio, dalla Camera di Commercio di Rieti e dalle altre Camere della regione, in collaborazione con l’Enit, la Regione Lazio, tramite l’Agenzia del Turismo, e con il coinvolgimento delle Associazioni di categoria di settore. L’iniziativa beneficia del patrocinio del MIBACT.

Questa edizione si avvale, inoltre, del pieno sostegno e collaborazione del “Sistema dei Castelli Romani” composto dalla Comunità Montana dei Castelli Romani e Monti Prenestini, dal Parco regionale dei Castelli Romani, dal Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani, dal GAL Castelli Romani e Prenestini e da Cna Roma Castelli.

Il Buy Lazio, l’unica iniziativa BtoB che si tiene nel Lazio, si conferma come una straordinaria opportunità dove il sistema turistico delle province del Lazio viene valorizzato in tutti i suoi punti di forza: dall’attrattiva turistica del vasto e ricco patrimonio storico, artistico, culturale e religioso, alle risorse naturalistiche e paesaggistiche, dal mare, alla montagna alle coste, dai giardini ai parchi naturali, alle produzioni tipiche gastronomiche.

Domani venerdì 15 settembre si svolgerà la giornata degli incontri BtoB tra Buyer e Seller (Domanda e Offerta) gestiti attraverso la piattaforma telematica di agenda on-line, con oltre 1.500 appuntamenti tra gli operatori presenti.

Terminato il Workshop i Tour Operator presenti al Buy Lazio potranno conoscere ed apprezzare le straordinarie bellezze di questo nostro territorio attraverso sei itinerari turistici tematici che si svolgeranno, nelle giornate di sabato 16 e domenica 17, nelle diverse province laziali.

“Siamo particolarmente soddisfatti della significativa partecipazione di realtà turistiche locali alla nuova edizione del workshop turistico internazionale Buy Lazio 2017 che quest’anno, grazie alla sensibilità dimostrata dall’intero Sistema camerale del Lazio, ha previsto un’agevolazione speciale per le imprese delle aree dei 15 comuni del Reatino ricadenti nel “cratere” sismico”, ha dichiarato Vincenzo Regnini, presidente della Camera di Commercio di Rieti.

“Il Buy Lazio è un’importante occasione di promozione dei nostri tesori turistici a livello internazionale – ha aggiunto - ed a questo contribuirà anche il tour che gli operatori stranieri effettueranno nel Reatino, al fine di poter verificare di persona la qualità dell’offerta turistica del nostro territorio, con particolare attenzione alle strutture lungo i Cammini di fede, il centro storico del capoluogo, ed altri luoghi di interesse ambientale e culturale”.

 

I DATI DELLA VENTESIMA EDIZIONE

 

Analisi Buyer

La ventesima edizione del Buy Lazio fa registrare la presenza di 24 Mercati Esteri per un totale di 70 Buyer partecipanti.

La mappa geografica di provenienza dei Buyer si configura con la seguente ripartizione: Austria 3, Belgio 2, Canada 4, Danimarca 2, Estonia 3, Finlandia 2, Francia 3, Germania 7, Irlanda 1, Lettonia 2, Lituania 2, Norvegia 1, Paesi Bassi 2, Polonia 4, Regno Unito 5, Repubblica Ceca 4, Russia 6, Slovacchia 2, Spagna 4, Svezia 3, Svizzera 1, Ucraina 2, Ungheria 2, USA 3.

I Buyer destination specialist (repeater), che hanno già preso parte ad edizioni precedenti e che hanno consolidato i rapporti con l’offerta del territorio, rappresentano il 36% dei partecipanti, mentre l’elevato numero di nuovi partecipanti (pari al 64% dei Buyer invitati) testimonia che sono sempre di più i nuovi operatori interessati ad avviare e potenziare la programmazione turistica nel Lazio.

I prodotti turistici richiesti dai Buyer partecipanti al Buy Lazio 2017, in ordine di preferenza, sono: città d’arte (23%), mare (19%), enogastronomia (18%), ambiente-natura-parchi (16%), wellness/SPA (9%), sportivo (6%), religioso (6%), congressuale (3%).

All’interno del prodotto turistico, i Buyer hanno espresso delle preferenze sull’offerta dei Seller che possono essere così sintetizzate: hotel 4 stelle (14%), castelli, ville e dimore storiche (14%), hotel 3 stelle (14%), tour operator incoming (10%), hotel 5 stelle (10%), trasporti (8%), agriturismi (7%). Seguono le voci DMC/PCO (6%), appartamenti/case vacanza (5%), bus operator (5%), camping (5%) e centri conferenze (1%).

 

Analisi Seller

L’offerta turistica del Lazio, in questa edizione, è rappresentata da 136 aziende, con una proposta che riesce a presentare l’intero volto turistico della regione attraverso prodotti turistici personalizzati e rispondenti alle caratteristiche delle singole realtà provinciali.

I territori del Lazio presentano tematiche innovative e prodotti “forti” grazie alla presenza di qualificati operatori, così suddivisi: Roma (36%) e provincia (27%), Rieti (17%), Viterbo (10%), Latina (5%), Frosinone (5%). Questi dati mettono in evidenza due aspetti fondamentali, il primo conferma che il turismo nel Lazio è rappresentato principalmente da Roma (più del 90% degli arrivi di turisti nella regione vanno a Roma), il secondo che gli operatori di Roma non si fermano ad aspettare che il turista arrivi ma sfruttano tutte le occasione, come il Buy Lazio appunto, per proporre i propri prodotti e pacchetti.

I prodotti turistici rappresentati dai Seller sono così articolati: città d’arte (30%), ambiente-natura-parchi (19%), enogastronomia (12%), turismo congressuale (11%), mare (10%), sport (6%), turismo religioso (6%) e wellness/SPA (5%).

Il Buy Lazio rappresenta un appuntamento irrinunciabile per il 56% dei Seller iscritti e, allo stesso tempo, una nuova straordinaria opportunità per il 44% di imprese che per la prima volta parteciperanno alla manifestazione in questa edizione.

Questa la tipologia delle imprese laziali partecipanti in ordine di categoria: tour operator (24%), hotel 4 stelle (17%), servizi turistici (11%), agriturismi (10%), ristoranti (7%), associazioni (6%), DMC (5%), hotel 3 stelle (5%), castelli e dimore storiche (3%), catene di hotel (3%), albergo diffuso (2%) country/guest house (3%), B&B (2%), appartamenti/case vacanze (2%), consorzi (1%).

 

 

Data di pubblicazione: 14/09/2017 15:51
Data di aggiornamento: 14/09/2017 15:53

News contiene: