.:: Sito della Camera di commercio di Rieti ::.


Home > Archivio News > News 2012 > Diritto annuale 2012, in vista la scadenza
Diritto annuale 2012, in vista la scadenza

Regole immutate per il diritto camerale che i soggetti iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Rieti sono chiamati a versare per ogni anno solare con prima scadenza il prossimo 16 giugno. Con nota del 27 dicembre 2011, il Ministero dello Sviluppo economico ha infatti confermato, per l’anno 2012, le misure del diritto annuale già definite per l’anno 2011 con il decreto interministeriale 21 aprile 2011.

L’Ente camerale reatino ricorda che dal 2011 è previsto l’obbligo di pagamento del diritto annuale per i soggetti iscritti nel REA (Repertorio delle notizie economiche e amministrative), obbligo in passato non previsto: fino al 2010 infatti non erano tenuti al versamento di alcun diritto annuale.

Il diritto dovuto per l’anno 2012 deve essere versato entro il termine previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi, scadenza che, quest’anno, slitta “naturalmente” da sabato 16 giugno a lunedì 18. Riconosciuta comunque la possibilità di differire il pagamento entro i successivi 30 giorni (fino quindi al 18 luglio) aggiungendo una maggiorazione dello 0,40 per cento. Si può infine provvedere al ravvedimento breve, con applicazione della sanzione in misura del 3,75% e degli interessi, con maturazione giorno per giorno, calcolati al tasso legale annuo del 2,5%.

Lo strumento da utilizzare è il modello F24 (quello telematico utilizzato per il versamento delle imposte sui redditi oppure, ove possibile, presso banche o uffici postali) compilando la sezione Ici ed altri tributi locali, con indicazione del codice tributo “3850” indicando quale codice ente locale “RI”. Le imprese che nel 2012 si iscrivono (o si annotano) per la prima volta nel Registro, sono tenute a versare il tributo entro 30 giorni dalla presentazione della domanda.

Gli importi sono per le ditte individuali di 88 euro, per le società semplici agricole di 100 euro, per le società semplici non agricole di 200 euro, per i soggetti iscritti al Rea (associazioni, fondazioni enti religiosi, ecc.) di 30 euro, per altre forme associative iscritte nella sezione ordinaria del Registro delle Imprese di euro 200 con fatturato 2011 fino a 100mila euro.

Se il fatturato è superiore a 100mila euro, va effettuato il calcolo del diritto secondo scaglioni di fatturato come dalla seguente tabella:

 

fatturato aliquote
da euro a euro
0,00 100.000,00 euro 200,00 (misura fissa)
oltre 100.000,00 250.000,00 0,015%
oltre 250.000,00 500.000,00 0,013%
oltre 500.000,00 1.000.000,00 0,010%
oltre 1.000.000,00 10.000.000,00 0,009%
oltre 10.000.000,00 35.000.000,00 0,005%
oltre 35.000.000,00 50.000.000,00 0,003%
oltre 50.000.000,00 -- 0,001% (fino ad un max. di 40.000,00 euro)


L’importo di ogni scaglione di fatturato successivo a quello base (da 0 a € 100.000,00) si somma all’importo minimo dovuto di € 200,00.

Per l’annualità 2011, qualora non effettuato il pagamento, è possibile ancora provvedere con ravvedimento operoso entro la data di scadenza dell’annualità 2012.
Per l’annualità 2010 è possibile effettuare il pagamento, qualora non ancora effettuato, con l’applicazione delle sanzioni ridotte del 20% prima dell’emissione del ruolo esattoriale.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet della CCIAA di Rieti o telefonare all’ufficio diritto annuale al numero 0746/201364.


L’Ufficio Stampa

 

Data di pubblicazione: 27/05/2012 10:44
Data di aggiornamento: 13/06/2012 11:02

News 2012 contiene: