.:: Sito della Camera di commercio di Rieti ::.


Home > Registro Imprese e Albi > Autorizzazioni e licenze > Imprese di autoriparazione
Imprese di autoriparazione

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
Legge 5/2/1992, n. 122 – Disposizioni in materia di sicurezza della circolazione stradale e disciplina delle attività di autoriparazione;  D.P.R. 18/4/1994, N. 387 – Regolamento di attuazione; Art. 22 D. lgs. 31/3/1998, n. 112.

Questa attività comprende la manutenzione e la riparazione dei veicoli a motore, compresi i ciclomotori, le macchine agricole, i rimorchi ed i carrelli per il trasporto su strada di persone e cose, e riguarda coloro che svolgono attività di :

  • carrozziere
  • elettrauto
  • gommista
  • meccanico e motorista.

Non rientrano nell’attività di autoriparazione:

  • autolavaggio
  • rifornimento carburante
  • sostituzione olio e altri liquidi lubrificanti
  • manutenzione minuta e riparazione sia su veicoli di proprietà di terzi come cambio tergicristalli, candele, ecc.

Il responsabile deve possedere due tipi di requisiti:

Personali:

  • essere cittadino italiano, ovvero extra comunitario con permesso di soggiorno;
  • non aver rportato condanne definitive per reati commessi nell’esecuzione degli interventi di sostituzione, modificazione o ripristino di veicoli a motore e per i quali è prevista una pena detentiva;
  • possedere idoneità fisica certificata dall’ufficiale sanitario.

Tecnico professionali:

  • aver esercitato l’attività di autoriparazione alle dipendenze di imprese operanti nel settore nell’arco degli ultimi 5 anni, o come operaio specializzato per almeno 3 anni (è sufficiente 1 anno se si è in possesso di titolo di studio tecnico-professionale attinente all’attività diverso da quello sotto indicato):
  • avere frequentato, con esito positivo, corso regionale tecnico-pratico di qualificazione, seguito da almeno 1 anno di esercizio dell’attività di autoriparazione come operaio qualificato, oppure alle dipendenze di imprese operanti nel settore nell’arco degli ultimi 5 anni

oppure:
avere conseguito un diploma di istruzione secondaria di secondo grado o un diploma di laurea in materia tecnica attinente l’attività;

oppure:
essere titolari di imprese regolarmente iscritte per una durata non inferiore ad un anno.


 

Data di pubblicazione: 12/06/2012 17:44
Data di aggiornamento: 13/06/2012 10:53