.:: Sito della Camera di commercio di Rieti ::.


Home > Comunicazione > News > CCIAA Rieti: Concorsi Migliori Formaggi e Migliori Pani, premiazione sabato 30 maggio
CCIAA Rieti: Concorsi Migliori Formaggi e Migliori Pani, premiazione sabato 30 maggio

La Camera di Commercio di Rieti è lieta di comunicare che sabato 30 maggio dalle ore 10.00, al Tempio di Adriano in Piazza di Pietra a Roma si terrà la cerimonia di premiazione del Concorso Premio Roma per i migliori formaggi e del Concorso Premio Roma per i migliori pani e prodotti da forno tradizionali con la consegna dei premi alle aziende vincitrici. Due percorsi di eccellenza promossi dalle Camere di Commercio di Roma, Rieti, Viterbo, Frosinone e Latina e realizzati da ARM - Azienda Romana Mercati, in collaborazione con ARSIAL e Unioncamere Lazio e con il patrocinio dell’Assessorato Roma Produttiva e Città Metropolitana.

Nel pomeriggio, dalle ore 16.00 fino alle 18.00, il Tempio sarà aperto al pubblico con un programma di attività dedicato agli appassionati dei prodotti di qualità con banchi di assaggio con le eccellenze in concorso, laboratori didattici sul formaggio e sul pane con tecnici esperti dei settori, presentazione del Pane di Roma.

L’edizione 2015 ha visto una netta affermazione delle aziende del Lazio che, quest’anno, hanno rappresentato più di un terzo del totale dei partecipanti. Nello specifico, Roma si è confermata sempre come la provincia più rappresentata con 21 aziende, seguita da Viterbo con 9 aziende e Frosinone con 8, Rieti con 7 aziende e Latina con 2. Per quanto riguarda i campioni, si registra un notevole incremento di formaggi caprini, segno di un forte interesse verso questa tipologia di formaggi finora legata a specificità territoriali locali. E’ inoltre da segnalare un incremento di caseifici che lavorano il latte crudo e stagionano i propri formaggi in luoghi naturali come cantine, cave, grotte.

“Un settore caseario che appare ancora molto vitale, - spiega il presidente della Camera di Commercio di Rieti, Vincenzo Regnini - nonostante il problema della remunerazione del latte, soprattutto grazie alla sempre nuova offerta di specialità locali, sempre più gradite dai consumatori. Particolarmente importante nel sostegno a questo settore è stata ed è la crescita della filiera corta che sempre di più aggrega tra i produttori le aziende casearie integrate, cioè quelle che producono sia latte che formaggi. Grazie alla grande crescita di questo fenomeno si intravvedono anche spazi di ampliamento del settore, sia per nuove imprese giovanili, sia per imprese che dalla produzione del latte sono interessate a completare la filiera in azienda”.

“Non bisogna però dimenticare la grande chiave della qualità, l’unica ad aprire il mercato. – aggiunge - I prodotti con grande contenuto di personalità e di originalità dimostrano performance di grande interesse, mentre per tutti i prodotti “di specialità” la conservazione dello spazio di mercato appare comunque legata a standard nettamente superiore alla media. Una nuova sfida è rappresentata inoltre dai formaggi delattosati in grado di servire non solo il mercato locale degli intolleranti al lattosio, ma anche, e soprattutto, i numerosi turisti che giornalmente si aggirano tra le città ed i borghi della nostra regione”.

Data di pubblicazione: 27/05/2015 13:17
Data di aggiornamento: 27/05/2015 13:18

News contiene: