.:: Sito della Camera di commercio di Rieti ::.


Home > Registro Imprese e Repertorio Economico Amministrativo > Attività soggette a verifica di requisiti
Attività soggette a verifica di requisiti

L’esercizio delle sottoelencate attività è soggetto alla presentazione di una Segnalazione di Inizio Attività (SCIA) presso l’ufficio del Registro delle imprese della Camera di Commercio o all’Albo Artigiani, per le imprese artigiane.
In tale denuncia si deve dichiarare il possesso dei requisiti personali, morali e professionali previsti dalla normativa vigente per l’esercizio delle seguenti attività:

  • Installazioni impianti (DM 22 gennaio 2008 n° 37)
  • Autoriparazione (Legge 5 febbraio 1992, n. 122)
  • Pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione  (Legge 25 gennaio 1994, n. 82 - D.L. 31/01/07 n.7)
  • Facchinaggio ( Legge 5 marzo 2001, n. 57 – DM 30 giugno 2003, n. 221 - D.L. 31/01/07 n.7)
  • Commercio all’ingrosso (D.P.R. 31 marzo 1998, n. 114)
  • Agenti d'affari in mediazione e Agenti rappresentante di Commercio: a decorrere dal 12 maggio 2012, sono entrate in vigore le norme di semplificazione contenute nel Decreto legislativo 59/2010 che riguardano il procedimento amministrativo di inizio dell’ attività di agente e rappresentante di commercio. nonché la definitiva soppressione dei relativi Ruoli (ora sostituiti dal Registro Imprese). Le nuove procedure non modificano i requisiti professionali richiesti.

 Pubblicato in GU il D.lgs. 147/2012 che modifica la direttiva servizi

  Nella Gazzetta Ufficiale n. 202 del 30.8.2012 è stato pubblicato il decreto legislativo n. 147/2012 " Disposizioni integrative e correttive  del

 decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59, recante attuazione della direttiva 2006/123/CE, relativa ai servizi  nel mercato interno"(vai al testo completo)

Il Ministero dello Sviluppo economico ha fornito precisazioni sulle modalità applicative delle modifiche introdotte dal provvedimento con la circolare 3656/c del 12 settembre 2012.

Il decreto legislativo in vigore dal 14.9.2012 - introduce diverse novità, anche a procedimenti di competenza della Camera di Commercio.

N.B. Le pagine ed i modelli presenti nel sito camerale saranno aggiornati, anche alla luce di eventuali ulteriori chiarimenti ministeriali.
Sintesi delle novità:

Art. 8

Modifica dei requisiti morali che devono possedere i titolari e i preposti delle imprese di somministrazione e di commercio
Ammessa la figura del preposto nel commercio di prodotti alimentari e nella somministrazione di alimenti e bevande anche per le imprese individuali
Specificato che i requisiti professionali richiesti nel commercio non sono necessari per la vendita di alimenti per animali.
Art. 9

L'esercizio dell' attività relativa alla fabbricazione e alla gestione di depositi all'ingrosso di margarina e di grassi alimentari idrogenati è soggetto unicamente al rispetto dei requisiti igienico-sanitari
L’albo dei commissionari, mandatari e astatori dei prodotti ortofrutticoli, carnei ed ittici è soppresso
Attribuito al Comune l'obbligo di verificare (con poteri di inibizione dell'attività) se chi esercita tali attività è stato condannato nel quinquennio in corso per "i delitti previsti dagli articoli 353, 355, 356, 472, 473, 474, 515, 516, 517 e 623 del codice penale, o per le frodi e le sofisticazioni contemplate in leggi speciali di igiene"
L’esercizio dell’attività di commercio all’ingrosso di prodotti alimentari è soggetto al solo possesso dei requisiti di onorabilità (eliminati i requisiti professionali).
Art. 10

L'attività di facchinaggio non è più soggetta al possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa.
Art. 14

Modificati i requisiti di capacità finanziaria richiesti per l'esercizio dell'attività di spedizioniere
Artt. 15 e 16

L'iscrizione al REA del responsabile tecnico per le attività di estetista e acconciatore  diventa ora obbligatoria, a prescindere che sia stata prevista nei regolamenti comunali
Art. 17

Le lavanderia "a gettoni", cioè dotate esclusivamente di "lavatrici professionali ad acqua ed essiccatori destinati ad essere utilizzati direttamente dalla clientela previo acquisto di appositi gettoni" sono soggette alla disciplina delle tintolavanderie (L. 84/2006), ad esclusione della designazione del responsabile tecnico
Art. 18

Il Ruolo degli stimatori e pesatori pubblici è soppresso
Il Ruolo di mediatore delle unità da diporto è soppresso
L'apertura di un magazzino generale è soggetto a SCIA
L'apertura di un nuovo molino e il trasferimento o trasformazione di molini esistenti è soggetto a SCIA.

 

 Contatti:
tel. 0746/201364-5 – fax 0746/205235 – email registro.imprese@ri.camcom.it
Responsabile ufficio Registro imprese: Dott.ssa Anna Mariantoni – anna.mariantoni@ri.camcom.it
Massimo Santoprete - massimo.santoprete@ri.camcom.it
Loredana Tosoni – loredana.tosoni@ri.camcom.it
 

 

Data di pubblicazione: 12/06/2012 14:34
Data di aggiornamento: 12/12/2018 09:43