.:: Sito della Camera di commercio di Rieti ::.


Home > Regolazione del mercato > Operazioni a premio
Operazioni a premio

INFORMAZIONI SU CONCORSI A PREMIO E MANIFESTAZIONI DI SORTE LOCALE

Con D.P.R. n.430 del 26 ottobre 2001, entrato in vigore in aprile 2002, è stata riformata la normativa sulle manifestazioni a premio (concorsi a premio e operazioni a premio) e sulle manifestazioni di sorte locale.
Di seguito verrà offerta una breve panoramica sui diversi sistemi. Per un’informazione più dettagliata è tuttavia necessaria una consultazione della legge e della relativa circolare ministeriale.

Tutte le manifestazioni a premio consistono nella promessa fatta al pubblico dal promotore con lo scopo di promuovere nell’ambito del territorio nazionale il grado di conoscenza di prodotti, servizi, ditte, marchi oppure la vendita di determinati prodotti o la prestazione di servizi, che comunque possono avere anche solo in parte uno scopo commerciale.

La partecipazione alle manifestazioni a premio deve in ogni caso essere gratuita; l’estensione massima territoriale che essa può avere è quella del territorio nazionale.

Al Ministero delle Attività Produttive compete il controllo sullo svolgimento, sulla chiusura dei concorsi a premio e sulle operazioni a premio così come sulla eventuale comminazione di sanzioni amministrative.

Oltre al Notaio sono state attribuite al responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica presso le Camere di commercio le funzioni di sorveglianza nella fase di individuazione dei vincitori e degli altri adempimenti connessi ai concorsi a premio.

La nuova normativa disciplina le operazioni a premio suddividendole come appresso:

Concorsi a premio
Sono considerati a premio le manifestazioni pubblicitarie in cui non tutti ma solo alcuni partecipanti ricevono un premio. L’assegnazione dipende di norma dalla fortuna, dalla sorte, dalla capacità di effettuare pronostici, dall’abilità o bravura.
Prima dell’inizio del concorso è da inviare una comunicazione al Ministero delle Attività Produttive su un proprio modulo.
Oltre alla comunicazione deve essere allegato il regolamento della manifestazione così come l’attestazione della cauzione versata, che deve essere nella misura del 100% del valore dei premi messi in palio, IVA esclusa. Il regolamento del concorso deve essere reso disponibile, a cura dell’impresa promotrice, a tutti gli interessati.
Per concorsi a premio su internet o che  si svolgono  attraverso l’utilizzo di macchine o congegni tecnici, anche solo nella fase della individuazione dei vincitori, il promotore deve fornirsi di una dichiarazione del produttore del sistema/macchina utilizzato che garantisca l’assoluta casualità nell’individuazione dei vincitori e che attesti la sua non manomettibilità.
L’individuazione del vincitore (sia esso per estrazione, sorteggio, o attraverso l’accertamento di abilità o capacità) deve svolgersi -  a seconda della scelta dell’organizzatore – sotto la vigilanza di un notaio e del responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica, o un suo delegato,  territorialmente competente presso la Camera di commercio.
Quando si intende ricorrere al Responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica per l’attività di vigilanza nella individuazione dei vincitori occorre inviare una richiesta scritta al seguente indirizzo: Camera di commercio  Rieti - Via Borsellino n. 16 oppure a mezzo fax 0746 205235 attraverso l’utilizzazione dell’apposito modulo.
Per motivi organizzativi è bene che la richiesta venga inoltrata quanto prima possibile.
I premi non assegnati o non ritirati dai vincitori (a differenza dei premi rifiutati) devono essere devoluti ad una organizzazione riconosciuta No-profit (ONLUS).

Operazioni a premio
L’operazione a premio consiste in quelle operazioni pubblicitarie in cui il partecipante riceve comunque un premio, e questo sia acquistando un determinato prodotto, sia dimostrando (es. attraverso una raccolta punti) di aver acquistato una determinata quantità di prodotti.
Per le operazioni a premio deve essere elaborato da  parte del soggetto promotore un regolamento, che deve essere messo a disposizione di tutti gli interessati e restare depositato presso la sede dell’impresa promotrice.
In sintesi non deve essere inviata nessuna comunicazione al Ministero, ma è semplicemente sufficiente che unitamente al regolamento, datato, venga acclusa una dichiarazione sostitutiva di atto notorio. Tale dichiarazione può essere resa davanti ad un notaio, ad un segretario comunale o un suo incaricato – non però davanti ad un funzionario della Camera di commercio.
La cauzione che deve essere prestata per questa manifestazione ammonta al 20%  del valore globale dei premi messi in palio, IVA esclusa.
L’attestazione della cauzione versata, unitamente alla compilazione di un  preciso modulo, deve essere spedito al ministero delle Attività Produttive prima dell’inizio della manifestazione. La cauzione non è richiesta qualora il premio venga attribuito al partecipante simultaneamente all’acquisto del prodotto o alla fruizione del servizio.

Manifestazione di sorte locale
Nella definizione di manifestazione di sorte locale rientrano tutte le lotterie come la “tombola”, i banchi di pesca o i sorteggi di beneficenza. Queste manifestazioni possono essere organizzate esclusivamente da enti morali, associazioni o comitati che perseguono delle finalità sociali, culturali, ricreative o sportive (ex art. 14 delle disp. Att. C.C.) non aventi scopo di lucro (ex art. 10 del d.leg.vo 460/1977) e qualora ciò sia necessario per il loro finanziamento.
Gli organizzatori devono inviare una comunicazione al Prefetto o al Sindaco del comune in cui avrà luogo la manifestazione almeno trenta giorni prima dell’inizio della manifestazione. Oltre a ciò l’organizzatore di lotterie e tombole locali deve redigere un regolamento.
La competenza sul controllo generale della regolarità dello svolgimento e della conclusione delle manifestazioni di sorte locale e sulla eventuale comminazione di sanzioni spetta ai comuni competenti per territorio.

Normativa e modulistica per le manifestazioni a premio
Tutta la documentazione necessaria per le manifestazioni a premio (leggi, circolari, modelli per la comunicazione, domande/risposte ai quesiti più frequenti) e le indicazioni per richiedere informazioni sono disponibili sul sito internet del Ministero delle attività produttive all0indirizzo www.minindustria.it  voce “Circolare e modulistica manifestazione a premio”.
Ulteriori chiarimenti e documentazione sono ottenibili anche presso i funzionari incaricati della Camera di commercio di Rieti.
Le problematiche fiscali in tema di manifestazioni a premio sono state chiarite dal Ministero delle finanze con la circolare n.32 del 12.4.2002 scaricabile da internet al seguente indirizzo: www.finanze.it
 
Costi
Al promotore del concorso a premio per l’attività di vigilanza del responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica presso la Camera di commercio di Rieti è richiesto il seguente corrispettivo:
Per ogni singolo accesso del responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica nella individuazione dei vincitori:
€ 330 + IVA 20% qualora la prestazione all’esterno del funzionario camerale avvenga in giornate lavorative (dal lunedì al venerdì) dell’ente ed inizi e si concluda in orari coincidenti con quelli di normale servizio dell’ente (dalle ore 8,00 alle 18,00)

L’importo andrà maggiorato:
del 30% se l’accesso inizio dalle ore 18,00 in poi in giornata lavorativa. Si applica la maggiorazione dell’importo anche quando l’accesso inizia prima delle ore 18,00 ma prosegua oltre tale orario;

  •  del 50% se l’accesso avviene in giornata non lavorativa per l’ente camerale o festiva.

I sopraccitati importi sono da versare all’atto di emissione della fattura da parte della Camera di commerci di Rieti.

Cauzione per manifestazioni a premio
La circolare n. 1 del 28.3.2002 del ministero delle attività produttive (scaricabile dal sito internet indicato in precedenza) prevede tre possibilità:

  1. Deposito cauzionale in denaro o titoli di stato;
  2. Fideiussione bancaria (in marca da bollo e firma autenticata dal fideiussore secondo il modulo predisposto dal Ministero delle attività produttive);
  3. Fideiussione assicurativa (in marca da bollo e firma autenticata del fideiussore secondo il modulo predisposto dal Ministero delle attività produttive).

Modulistica

  1. Richiesta intervento del responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica in fase di individuazione dei vincitori
  2. Dichiarazione del promotore – elenco dei vincitori
     
Data di pubblicazione: 12/06/2012 12:00
Data di aggiornamento: 19/06/2012 15:34

Voci Collegate

concorsi a premio